-“Sei cambiata.”
-“No, ho solo capito come vanno le cose.”

cit. (via avevasolobisognodiamore)
"Adesso prendi tutto baby che scappiamo via di qua, prendiamo il primo volo che ci porta via da ‘sta città"
~Denny LaHome~

(via alessiacanets)
Anonimo asked:
Cos'è successo nell'ora di religione?

ilsuosorrisocomeossigeno:

Era un lunedì mattina qualunque, identico a tutti gli altri, stesse nuvole in cielo, stesso clima in classe, stesso professore, nulla di nuovo. Il solito noioso lunedì mattina in cui ogni studente sembra svogliato e con un’aria assonnata. Insomma tutto come sempre.

La campanella che indicava la fine della prima ora suonò come sempre alle 8 40.

Ed ora che lezione avevamo? Religione.

Non l’ho mai amata, anzi l’ho sempre ritenuta noiosa ma quel giorno durante quell’ora successe qualcosa di insolito.

Il nostro professore, che in passato aveva fatto lo psicologo, ci disse che non stava molto bene e che non aveva molta voglia di fare lezione, così si sedette alla cattedra e iniziammo a fare quattro chiacchiere tutti assieme

Ad un certo punto si alzò e iniziò a passeggiare per la classe. Iniziò a dire cose che non ricordo nemmeno poichè non stavo attenta, ma subito dopo sentii la sua voce sussurrare “Anna, Alessandra, venite qui alla lavagna. Anna vieni, su. Anna”

Siamo andate entrambe alla lavagna con un’aria molto incuriosita perché non avevamo la più pallida idea di cosa volesse fare

Ci disse di metterci entrambe attaccate e che i nostri piedi dovevano toccarsi. Io senza fare domande feci ciò che mi aveva chiesto.

Eravamo lì, io e lei, davanti a tutti. Con tutti gli occhi puntati addosso.

Passò meno di un minuto e ordinò a me e Alessandra di iniziare a parlare fra di noi. Io notavo qualcosa in lei che non avevo mai visto.

I suoi piedi si stavamo allontanando dai miei.

Il professore, notando che la distanza aumentava sempre più, disse:

vedete? Lei ha paura. Ha paura delle persone. Ha paura del contatto fisico con le persone. I suoi piedi si sono allontanati, perché? sta forse scappando dalle persone? Sì, sta scappando. Ha paura. Ha paura ad avvicinarsi alle persone. Guardate i suoi occhi. Vi sembrano sereni? Osservateli perché loro parlano più di tutto il corpo messo assieme. Lei, ha paura del mondo. Guardatela. Cosa potranno mai averle fatto di male per far accadere tutto ciò? Ragazzi, prima di dire o fare una cosa pensateci, pensateci a lungo. La paura si combatte, ma non da soli. La paura se ne va solo se qualcuno ci aiuta. La paura va superata in due. Non da soli.

dopo queste parole io rimasi a fissare Alessandra con lo sguardo perso nel vuoto.


So che ti odi quando piangi.
(via seiilmioantidolorifico)
Chi si arrabbia spacca tutto, ma chi non si arrabbia si spacca dentro.
Psicologa della scuola. (via sorrisienigmatici)

(Fonte: sescrivomisalvo)